Messaggio alla Lista ESPA-TO-LUCE inviato da giova23@infinito.it


[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

 
----- Original Message -----
Sent: Monday, December 18, 2000 5:24 PM
Subject: I: mail d:equinozio

 
----- Original Message -----
Sent: Monday, December 18, 2000 4:20 PM
Subject: mail d:equinozio

SMS DI C.SO B.CROCE 17
succursale
II E
 
 
cari amici
quest'anno abbiamo avuto molte difficoltà a misurare le ombre perchè non riusciamo a beccare il sole e per questo non abbiamo comunicato.
Vi inviamo con ritardo spaventoso le osservazioni sul lavoro dell'equinozio d'autunno e nello stesso tempo facciamo a tutta la rete gli auguri di
 
BUONISSIME  FESTE
 
IIE
Title: VERCCHIE E NUOVE ESPERIENZE

VECCHIE E NUOVE ESPERIENZE

 

IL VIAGGIO DEL SOLE SULL’ORIZZONTE

 

 

 

 

 

Il 22/9/2000 abbiamo fatto una nuova esperienza allo scopo di descrivere il moto apparente del sole sul nostro orizzonte.

Abbiamo utilizzato:

- un insalatiera di plastica trasparente;

- un rocchetto di filo;

- un pezzo di cartoncino forato;

  • il sole;
  • un pennarello;
  • un foglio;
  • una tavola di legno;
  • una bussola.

Sul foglio abbiamo disegnato due rette perpendicolari in direzione NORD- SUD ed OVEST-EST e , nel punto di incontro , abbiamo disegnato un cerchietto che indicava la posizione dell’osservatore.

Abbiamo messo sopra l’insalatiera in modo che il cerchietto fosse al centro della sua circonferenza di base, l’abbiamo fissata con lo scotch e abbiamo fatto dei segni , su foglio e insalatiera , così da avere dei riferimenti precisi in caso di spostamenti involontari.

La nostra professoressa ci ha spiegato come si doveva procedere nel rilevamento: dovevamo appoggiare il rocchetto di filo , inserito nel cartoncino, sulla "calotta sferica" e spostarlo fino a quando il centro del foglio non veniva colpito dal raggio di luce. A questo punto inserivamo nel rocchetto un pennarello e segnavamo il punto.

Questi rilevamenti sono stati fatti ogni 15 minuti, dalle 9,00 circa sino alle 15,30. Alla fine dell’esperienza abbiamo collegato tutti i punti, abbiamo ottenuto una curva, imprecisa per la nostra inesperienza, che è stata allungata per estrapolazione e abbiamo visto che i punti estremi combaciavano con EST ed OVEST e il punto che raggiunge la massima altezza corrisponde al SUD.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Abbiamo cercato di prevedere la posizione della curva in date "speciali" : 22 dicembre , 21 marzo e 21 giugno.

Secondo noi la curva sarà:

  1. più bassa a dicembre
  2. più o meno uguale a marzo
  3. più alta a giugno.

Vedremo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CONFERME

 

 

Il 22/9/ 2000 abbiamo anche costruito un ventaglio orario allo scopo di verificare se, unendo le punte delle ombre , si otteneva ancora una volta una retta, come il 21 marzo scorso.

Abbiamo usato il solito gnomone da 20 cm posizionato in direzione N-S.

Le misure sono state fatte dalle 9.25 alle 15,15, ad intervalli pressochè regolari, ogni 15 minuti circa.

I risultati , riportati in tabella, sono stati utilizzati per costruire il ventaglio orario , che ciascuno di noi ha riprodotto sul quaderno nella riduzione 1:2.

Ora rilevamento(ora legale)

Lunghezza ombra in cm

9.25

50.8

9.40

45.8

9.55

41.3

10.15

37.6

10.30

34.2

10.45

32.4

11

29.8

11.20

27.5

11.35

25.8

11.50

24.9

12

23.8

12.15

22.9

12.32

22.1

12.45

21.5

13

20.9

13.15

20.4

13.30 ****

20.2 ****

13.45

20.3

14

20.4

14.15

20.9

14.30

21.1

14.45

22

15

22.9

15.15

23.9

 

 

 

Unite le punte abbiamo ottenuto , come previsto , una retta.

 

 

 

Abbiamo guardato tutti i ventagli orari sinora costruiti, compresi quelli dello scorso anno, ed abbiamo notato che , passando gradualmente dall’una all’altra, si ottengono:

  • rette negli equinozi
  • curve nei solstizi

CONSIDERAZIONI

Abbiamo notato che la direzione N-S , tracciata con la bussola , e quella , ottenuta con le ombre , non coincidono , anzi si differenziano di ben 15°.

Quali le cause?

Abbiamo pensato a:

  • Uso errato della bussola
  • Spostamento involontario del tavolo , durante le misure
  • Presenza di campi magnetici dovuti a condutture, ripetitori di telefonini, ecc.
  • Supporto di metallo del tavolo-base

  • Altro

Pensiamo di spostare il tavolo , nelle prossime rilevazioni, per cercare un posto meno "influenzato".

Image6.gif

Image7.gif


[ IAPht Home ] [ Indice Cronologico ] [ Indice per Thread ]