Espa-TO Verbale della riunione del 26 Giugno 2001 delle Scuole medie in rete


I professori presenti sono:

Viene fatto a turno il resoconto delle attività svolte e dei problemi insorti in questo periodo.

S.M.S. di Via Sangone di Nichelino

La posta elettronica della scuola continua a non funzionare, per cui è stato inviato del materiale dall'e-mail della Prof.ssa Grandoni (macolapi@tiscalinet.it). Poiché tale indirizzo non era inserito nell'elenco di Espa-to, i files sono andato persi, per cui viene consegnato un dischetto con tutti i files da inserire su Espa-to .

S.M.S. dell'Istituto Comprensivo di Santena

La prof.ssa Sosso dice di aver mandato ad Espa-to, durante l'anno, molti files del progetto Sito e di non ritrovarli su Espa-to.

Infatti questi files, circa una dozzina, non sono stati inseriti perché sono stati inviati come attached files ad un unico messaggio con un unico subject. La procedura da seguire è invece quella di avere un subject ed eventualmente un messaggio per ogni file. In questo modo è piu' facile la catalogazione e quindi il ritrovamento dei medesimi. Ciro dà una dimostrazione pratica di come ritrovare i files sulle diverse liste. La Prof.ssa Sosso ricorda che le tre scuole medie di Santena, Cambiano e ex Martiri, hanno comperato, con i finanziamenti ottenuti lo scorso anno da SeT , della strumentazione (calcolatore Texas, sonda per a misura della temperatura e l'interfaccia per l'acquisizione on line dei dati) che giace, per il momento, inutilizzata. Sarebbe infatti opportuno organizzare un corso di formazione per le insegnanti, tenuto da un collega che ha già tali apparecchiature funzionanti (si è fatto il nome del Prof. Tremoloso della scuola Olivetti di Torino e del Prof. Marino).

Le insegnanti della scuola media hanno incontrato le maestre delle elementari dello stesso Istituto comprensivo per impostare insieme un curriculum verticale che crei continuità fra i due ordini di scuole. Infatti nelle elementari i bambini imparano molte cose che poi non trasferiscono alle medie Per favorire la continuità fra i due ordini di scuole si propone di far fare ad ogni alunno delle elementari un quaderno, che porterà alla scuola media, che documenta il bagaglio di nozioni apprese. L'argomento scelto dall'Istituto comprensivo di Santena è stato l'acqua.

Si è concordato la procedura da seguire per fare le misure (ad esempio di volume e di peso) e le unità di misura da adottare.

S.M.S. dell'Istituto comprensivo di Cambiano

La Prof.ssa Colombo consegna a Ciro un dischetto e la corrispondente versione cartacea dei lavori svolti durante l'anno.

S.M.S. dell'Istituto comprensivo di Borgata Paradiso di Collegno

La Prof.ssa Bertasso comunica con Espa-to con il suo mail personale e non con quello della scuola.

S.M.S. dell'Istituto comprensivo di Caselette

La Prof.ssa Gianesella ha fatto eseguire alcune misure per definire la posizione del baricentro del corpo umano seguendo un procedimento suggeritole dal Prof. Zerboni.

Risultato ottenuto: il baricentro del corpo umano è circa all'altezza dell'ombelico.

Il metodo seguito ha però suscitato parecchie discussioni e perplessità, anche se il risultato sembra accettabile. La Prof.ssa Montel ha suggerito di controllare il risultato provando a ripetere la misura con un manichino, col quale è possibile definire la posizione del baricentro nel modo classico.

La Prof.ssa Gianesella presenterà il lavoro svolto dalla classe sul progetto FORZE ai genitori degli alunni e anche agli scolari della quinta elementare dello stesso Istituto, in modo da favorire una certa continuità didattica in senso verticale.

S.M.S di C.so Benedetto Croce di Torino

S.M.S. Quarini di Chieri

La Prof.ssa Roglia propone di organizzare appuntamenti di rete fra le classi che svolgono lo stesso progetto e raccolgono i dati in intervalli di tempo ristretti e concordati, in modo da confrontare i risultati. Se invece si lavora su progetti uguali, ma con raccolta dei dati in tempi non concordati, di discuterli però insieme con sessioni di posters o video-conferenze.

Infatti anche Ciro fa notare che quest'anno è mancato completamente lo scambio di informazioni e il confronto dei dati fra le diverse scuole che sviluppavano lo stesso progetto e ribadisce che perché ciò sia possibile bisogna fare le stesse misure nello stesso tempo.

La Prof.ssa Roglia comunica di aver inviato, il due aprile, i dati raccolti a marzo.

Conclusioni

I temi di ricerca proposti per il prossimo anno sono:

Sarebbe opportuno che venisse segnalato, prima della prossima riunione, via mail a ESPA-TO, su quale o quali di questi temi si intenda lavorare. Vedere a tale proposito il mail della Prof.ssa Rinaudo del 26 giugno 2001, inviato a espa-to@iapht.unito.it.

POSSIMA RIUNIONE:
LUNEDÌ 17 Settembre 2001, ore 15
presso l'Istituto di Fisica dell'Università, Via P. Giuria 1, Torino

Saluti a tutti da Sissi Rinaudo, Ciro Marino e Aurelia Trabucco
Iapht WebMaster Last modified: Wed Aug 22 18:06:03 CEST 2001