Progetto Sole-ombre 97/98

S.M.S. G. B. Vico di Torino

Insegnanti: prof.sse Rosa d’Angella e Susanna Roglia (preside incaricata)

  1. Descrizione della classe e della struttura oraria
  2. Modalità di svolgimento
  3. Materiale didattico e di laboratorio
  4. Le comunicazioni in rete
  5. I messaggi in rete

A) Descrizione della classe e della struttura oraria

Ha partecipato al progetto la prima, sez.F: 19 ragazzi, tra cui un portatore di handicap, docente di Scienze R d’Angella.

 Le lezioni hanno avuto scansione regolare per tutta la durata dell’anno scolastico, in tutte le classi. Esse sono state programmate nell’ambito della definizione dell’orario scolastico, con il seguente schema: due ore settimanali mattutine a docente singolo su otto ore curricolari ( 5 di matematica e 3 di scienze). Inoltre alcune delle ore "curricolari" di Scienze, nel periodo intercorrente tra un intervento e l’altro, sono state dedicate al chiarimento e all’approfondimento di concetti, al completamento di attività pratiche, nonché all’organizzazione del materiale raccolto.

 Durante lo svolgimento del Progetto si sono volute comunque mantenere fisse le ore di matematica, "rubando" se mai al proprio tempo libero o fruendo della disponibilità di altri docenti (per esempio di Lettere e di Educazione Tecnica) per elaborare messaggi o realizzare oggetti e grafici .... 

TOP


B) Modalità di svolgimento del Progetto

Abbandonata la lezione "frontale" in cui l’insegnante "mostra" e gli allievi "guardano", si è sempre cercato di calare i ragazzi nel vivo delle varie attività, da protagonisti e non da spettatori.

 I ragazzi sono stati quindi guidati in :

  1. Attività strutturate (in classe e fuori), finalizzate a stimolare e potenziare capacità di : 
  • osservazione (spontanea e/o guidata);
  • comprensione di messaggi verbali o scritti (mediante schede di lavoro, istruzioni...) ;
  • rielaborazione (orale e scritta) di quanto osservato;
  • confronto di idee;
  • autocorrezione ed autocritica. 
  1. Attività di studio (individuale o a gruppi), finalizzato alla: 
  • comprensione del testo scolastici;
  • ricerca di notizie (inerenti ad un dato tema), utilizzando fonti diverse (altri testi scolastici, enciclopedie, videocassette..). 
  1. Attività pratiche, tramite esperimenti di laboratorio scientifico, inerenti a: 
  • proprietà della materia
  • metrologia;
  • meteorologia;
  • posizioni del Sole sull’orizzonte nelle varie ore del giorno e nei diversi giorni dell’anno
  • studio delle ombre;
  • significato di stagione. 

    TOP


C) Materiale didattico e di laboratorio

 Il materiale di laboratorio è sempre stato molto semplice e di immediato utilizzo da parte degli alunni stessi. Si trattava, infatti, di strumenti in dotazione dei laboratori della scuola o di facile reperibilità da parte degli alunni stessi.

 Per la parte di attività sulle ombre da svolgersi in collaborazione fra le diverse classi, è stato utilizzato uno gnomone di cartone, dell’altezza di 20 cm, seguendo il disegno di costruzione preparato dal prof. Mascheretti di Pavia. 

TOP


D) Le comunicazioni in rete

Le varie fasi dello svolgimento del Progetto sono sempre state puntualizzate e regolarmente comunicate ai docenti dei Dipartimenti, ai professori ed ai ragazzi delle altre Scuole utilizzando le risorse multimediali messe a disposizione dalla scuola.

I ragazzi, una volta elaborati i messaggi, si recavano in aula computer ove digitavano e copiavano sul computer della scuola quanto si doveva inviare.

I messaggi in arrivo venivano letti e classificati dai ragazzi. Il monte ore per l’organizzazione e l’archiviazione dei data base è stato di circa … ore.

TOP