CORPI CELESTI MA NON CELESTIALI

Tanto tempo fa sulla Terra non esisteva l'ombra. Tutto era bianco e nero, luminoso e scuro. Non esistevano le sfumature.

Quando il Sole picchiava, non si poteva trovare alcun sollievo neanche riparandosi sotto un albero e non si riusciva ad intravedere la forma delle cose.

Le creature della Terra provavano un grande disagio!

Sembrava che a tutti mancasse qualcosa.

Si rivolsero così al Sole: "Sole, sei troppo accecante e troppo caldo. Dovresti mitigare un po' i tuoi raggi."

Il Sole ci pensò un po' su, alla fine ebbe un'idea : "Ho trovato! Per mitigare la calura e quindi dare un po' di sollievo a voi sulla Terra, ho deciso che, d'ora in poi, i miei raggi non attraverseranno i corpi che non sono trasparenti. In tal modo, dove non arriverò, si creerà frescura. I miei raggi, inoltre, scivoleranno su tutte le cose creando effetti speciali di luce e, in ultimo, regalerò ad ognuno di voi un amico che vi seguirà ovunque e si nasconderà quando io non sarò presente."

Così avvenne e creò l'ombra!

La Luna, invidiosa perché l'ombra aveva modificato l'aspetto delle cose sulla Terra, mentre lei sembrava  solo un grande disco bianco e piatto nel cielo, decise di rivolgersi  anche  lei al Sole  per ottenere gli stessi effetti.

Ma il Sole non le diede ascolto. Allora la Luna volle fargli un dispetto. Si frammise fra lui e la Terra cosicché venisse oscurato.

" Togliti, Luna, non posso riscaldare la Terra con te in mezzo."

" Sole, mi leverò solamente se ascolterai la mia richiesta: anche io voglio sembrare più viva, avere zone di ombra e di luce cosicché gli esseri viventi sulla Terra mi possano ammirare."

Il Sole promise e mantenne la sua promessa ma……. si divertì perché creò quelle ombre, che ancora adesso vediamo, e che nella nostra fantasia ci fanno vedere la Luna come un faccione grosso con occhi , naso e bocca.


ELEONORA   CARENA

Ritorna all'indice delle favole