L'OMBRA MISTERIOSA.

Uno scienziato stava vivendo un periodo di crisi di idee.

Era confuso, deluso e decise di abbandonare il suo lavoro.

Si mise a girovagare senza meta. Capitò così in un frutteto.

Raccolse qualche frutto, lo mangiò e poi si addormentò sotto un albero.

Alla mattina, il contadino, proprietario del frutteto, lo vide con i torsoli di mela intorno e lo scambiò per un ladro.

Gli gridò contro rincorrendolo con un bastone, lo scienziato scappò .

Percorse alcuni chilometri, si girò per vedere dove era l'uomo .

Vide, però, solo un' ombra che lo seguiva minacciosa .

Riprese a correre e riuscì a seminarla.

Tornò a casa sua, esausto. Ripensò a cosa gli era capitato, alla stranezza di quel fenomeno.

All'improvviso si ricordò che alle medie aveva fatto degli esperimenti sulle ombre.

I ricordi diventarono via via più nitidi.

Tutto era incominciato quel lontano settembre del 1999 quando la professoressa di scienze gli aveva fatto portare un foglio per costruire uno gnomone per misurare l'ombra. Peccato però che lo scienziato, allora bambino, dovette cambiare casa e non potè continuare  l'esperienza .

Capì che doveva fare gli esperimenti personalmente e che doveva tornare al frutteto per fare degli accertamenti.

Quando vi giunse, chiese al contadino di effettuare delle misurazioni.

Questi però non si fidava e gli mise alle costole il figlio Ciro.

Lo scienziato dopo aver fatto centinaia di prove, con l'aiuto del ragazzo, scrisse un libro per bambini nel quale indicava i risultati e spiegava il fenomeno.

Il libro vendette molte copie e lo scienziato si sentì finalmente realizzato.  

DARIO  RACI


Ritorna all'indice delle favole