L’AUTOMOBILINA  ISOTTA

 

Abbiamo iniziato  il nostro laboratorio delle forze con la parte divertente dedicata ai giocattoli.

Ogni allievo ha portato un giocattolo e c’erano molte macchinine; abbiamo analizzato la più semplice, riservando lo studio di quelle dotate di batteria e di telecomando ad un momento successivo.

                       

 

 


Materiali: diverse mescole di plastica

Dimensioni: 30 cm lunghezza, 20 cm larghezza, 8 cm diametro ruota.

Modalità di gioco: si muove se è tirata, spinta o fatta scivolare lungo una superficie inclinata.

Può sterzare. Si possono smontare le ruote ed  il gruppo motore che è in plastica trasparente e permette di osservare il movimento dei pistoni e gli ingranaggi del cambio.

La scienza nascosta: Il movimento si verifica solo se interviene una forza esterna.

Parole chiave: forza, direzione, verso, intensità, punto di applicazione.

Commenti:ai bambini le macchinine piacciono perché fanno sentire grandi, si finge che sia una cosa vera. Anche molti adulti si dedicano ai modellini, li costruiscono e li collezionano.

L’automobile è vista come un oggetto utile e bello, che dà prestigio sociale, che va veloce; forse è per questo che anche il giocattolo piace molto.