Espa-TO Verbale della riunione del 10 Aprile 2000 delle Scuole medie in rete


Verbale della riunione del 10 Aprile 2000 dei professori delle scuole medie in rete: progetto ESPA-TO

I professori presenti sono:

1. SITO ESPA-TO

1.a Problemi di comunicazione

Il Sig. Ciro Marino, visti i disguidi ancora successi nell'invio di mail, da parte delle scuole, precisa quanto segue:

1.b Favole

La discussione viene aperta dalla Prof.ssa d'Angella che chiede se la raccolta delle favole Luci e ombre nella 1aE , di cui lei aveva consegnato il dischetto, sia stata registrata sul sito di ESPA-TO. Le viene risposto che è la quinta voce dei PROGETTI al seguente indirizzo:
http://www.iapht.unito.it/espato/lab_rete99/progetti.html

Sarebbe però opportuno corredare la raccolta di un indice, in cui ogni favola viene presentata con una breve descrizione lunga non più di due righe. La Prof.ssa d'Angella si offre di prepararlo. Si conviene di stimolare racconti anche sugli altri progetti SITO e FORZE.

1.c Griglie di valutazione

Le tre griglie di valutazione sono state messe sul sito all'indirizzo. http://www.iapht.unito.it/espato/lab_rete99/griglie

1.d Progetti

La Prof.ssa Rinaudo ricorda che sta preparando, per ogni progetto, una pagina di presentazione per il sito ESPA-TO. Per il progetto FORZE ha seguito lo schema preparato dalla Prof.ssa Gianesella e per il progetto LUCE quello indicato dalle Prof.sse Caroli e Colombo. Per il progetto SITO, la Prof.ssa Roggero invierà indicazioni alla Prof.ssa Rinaudo.

2. VARIAZIONI NEI GRUPPI / SCUOLE

2.a Almese-Caselette

La prof.ssa Gianesella comunica che, per quest'anno scolastico, la Prof. Zampieri della S.M.S. Riva Rocci di Almese, ha delle difficoltà a sviluppare, come si era concordato a novembre, il progetto Forze e Movimento con le due classi 2aB e 2aD. L'assemblea ne prende atto e si augura che col prossimo anno la Prof.ssa Zampieri possa riprendere la sua attività nei progetti ESPA- TO. La Prof.ssa Gianesella ricorda anche che la S.M.S. di Caselette si staccherà dalla S.M.S. Riva Rocci di Almese e che sarà inglobata, insieme a Valdellatorre in un comprensorio, a struttura verticale, che comprenderà cioè anche la scuola materna e le elementari.

2.b Martiri di Nichelino

La Prof.ssa Roglia, Preside della S.M.S. Martiri della Resistenza di Nichelino informa che tale scuola si fonderà prossimamente con la S.M.S. S. Pellico di Nichelino.

3. RELAZIONI DAI GRUPPI

Le attività svolte, nel periodo febbraio - aprile 2000, nelle scuole medie che partecipano al progetto ESPA-TO, viene ora riassunto dalle insegnanti coinvolte.

S.M.S. di Caselette

La Prof.ssa Gianesella dice che la classe 2aF di Caselette, che sviluppa il progetto FORZE E MOVIMENTO, ha riordinato in questi due mesi il materiale che aveva preparato precedentemente e iniziato a studiare il movimento della trottola. Si rammarica del fatto che la collaborazione con l'insegnante di educazione tecnica, molto proficua nel primo trimestre, sia stata scarsa nel secondo.

La classe 1aF, che ha iniziato a lavorare sul progetto SITO, ha fatto misure di temperatura, compattezza, percolazione e stato del cielo, seguendo il protocollo stabilito. La tabella, consegnata ad Aurelia in forma cartacea, essendo la scuola non ancora collegata in rete, presenta in bell'ordine i dati delle misure eseguite il 20/12/99, 20/1/00, 20/2/00 e 22/3/00. I commenti dei ragazzi sono chiari e appropriati. La tabella è stata trasferita sul sito all'indirizzo Vedi Tabella Aurelia consegna alla Prof.ssa Gianesella tutta la documentazione da lei lasciata il 20/2/00 (tremolotto, macchinina e dinamometri)

S.M.S. Anna Frank di Collegno

La Prof.ssa Bertasso riferisce sulle attività svolte dalla 2aB nell'ambito del progetto FORZE E MOVIMENTO.

I ragazzi hanno lavorato suddivisi in sette gruppi composti ognuno da tre / quattro persone. Dal diario di bordo si evince che, a partire dal 10/3/00 al 6/4/00, hanno dedicato all'argomento da una a due ore settimanali. Hanno partecipato attivamente a discussioni collettive sul ruolo delle forze, sulla loro rappresentazione vettoriale, sull'equilibrio dei corpi, sul principio di Bernoulli e sulla forza centrifuga, studiando il funzionamento della centrifuga per insalata. La catena delle forze che agiscono nella centrifuga per insalata è stata realizzata, a casa, da alcuni studenti come attività individuale. Gli esperimenti eseguiti in piccoli gruppi sono stati:

  1. lo studio del movimento dei corpi e delle forze che lo generano;
  2. determinazione del baricentrro di un corpo sospeso;
  3. l'equilibrio dei corpi sospesi e dei corpi appoggiati;
  4. il movimento della trottola .

Divertente è l'esperienza collettiva fatta con due mele appese, distanti circa un centimetro: se si soffia nell'interstizio fra le due, esse si avvicinano (principio di Bernoulli).

Tutto il materiale, consegnato ad Aurelia, è in forma cartacea e parzialmente scritto a mano. Gli esperimenti eseguiti sono descritti e illustrati con tanti disegni, cercando sempre una spiegazione dei fenomeni osservati.

Insieme all'insegnante di educazione tecnica, ogni gruppo ha inoltre iniziato a costruire un dinamometro, scegliendo opportunamente le caratteristiche delle molle da utilizzare .

L'attività svolta dalla classe 3aB della S.M.S. Anna Frank che lavora sul progetto LUCE è riassunta in una tabella, consegnata ad Aurelia, in cui sono raccolte una dozzina di misure delle lunghezze dell'ombra dello gnomone e dell'angolo compreso fra la direzione dei raggi del sole e quella dell'ombra. Le misure sono state effettuate sempre alle ore 12 e coprono un periodo che va dal 25/11/99 al 24/4/2000.

( SUGGERIMENTI: fare i due grafici ed indicare l'altezza dello gnomone. )

S.M.S. Giovanni XXIII

La Prof.ssa d'Angella riferisce che i ragazzi della 1aE hanno lavorato molto bene, sono riusciti a scoprire le date dei solstizi e l'asse maggiore e quello minore dell'eclittica terrestre. Il materiale sarà consegnato tutto insieme alla fine dell'anno scolastico.

La classe 3aE ha invece lavorato sul progetto SITO-METEO.

Anche la classe IIC che la Prof.ssa d'Angella segue alla S.M.S. Sauro ha iniziato a lavorare sul progetto LUCE facendo misure con l'insolatiera e lo gnomone .

( OSSERVAZIONE: la discordanta tra le misure del mezzogiorno reale e di quelle del convenzionale è spiegata dall'equazione del tempo. )

S.M.S. Martiri della Resistenza di Nichelino

La Prof.ssa Zarattini dice che la 1aB ha lavorato sul progetto SITO e inviato del materiale a ESPA-TO, che però non è arrivato.

Ha dell'altro materiale pronto, che però non può consegnare e invierà prossimamente.

La Prof. Roglia riferisce che la classe 1aG, non ancora inserita nel progetto ESPA-TO, ha, nel programma SeT, misure di temperatura e studi sul calore.

S.M.S. Martiri della Resistenza di Nichelino (succursale)

La Prof.ssa Puglisi consegna a Ciro un dischetto con le misure effettuate dalla 1aE sul progetto SITO.

( OSSERVAZIONE: sul dischetto c'é solo la descrizione della scuola. )

Riferisce la Preside Prof.ssa Roglia. La classe 2aA, con l'assistenza del Prof. Schellino ha iniziato a lavorare sul progetto LUCE, utilizzando come traccia la raccolta Il sole e le ombre preparato l'anno scorso dalla classe 3aE della S.M.S. Giovanni XXIII con la guida della Prof.ssa d'Angella. I ragazzi hanno iniziato a misurare le lunghezza delle ombre e, insieme al Prof. Schellino e all'insegnante di lettere, sono andati ad osservare una meridiana, discutendone il funzionamento. Con piacere si constata che in questa scuola si è riusciti ad avviare, già all'inizio, la tanto auspicata interdisciplinarità.

ii

S.M.S. G. Falcone di Santena

La Prof.ssa Roggero dice che la 1aA , che lavora su l progetto SITO, ha rifatto le misure ma ha ritrovato gli stessi risultati inspiegabili di dicembre e gennaio fra la compattezza e la percolazione: all'aumentare della prima diminuisce il tempo della seconda. Per indagare sulle cause di ciò stanno costruendo uno speciale dinamometro che permetta di valutare la forza applicata alla matita, che viene spinta dentro alla terra.

S.M.S. G. Falcone di Cambiano

Le Prof.sse Caroli e Colombo consegnano a Ciro un dischetto contenente il lavoro svolto dalla 3aB, sul progetto LUCE E OMBRE, da trasferire sul sito di ESPA-TO e la corrispondente copia cartacea a Aurelia. L'attività è stata divisa in due parti:
  1. studiare l'andamento diurno della lunghezza dell'ombra dello gnomone e dell'angolo di inclinazione dei raggi solari: A tale scopo sono state eseguite nove misure dalle ore 11 alle 15, nei giorni 23/9/99, 1/10/99. Il giorno 21/3/00 sono state eseguite sei misure dalle ore 9 alle 13.
  2. Studiare l'andamento stagionale della lunghezza dell'ombra dello gnomone e dell'angolo di inclinazione dei raggi solari, con misure di solito settimanali ma più ravvicinate nei giorni vicini all'equinozio di primavera, eseguite ad ore fissa (12.30).

Il lavoro è presentato in modo preciso e ordinato, illustrato da tabelle e grafici. Il buon accordo fra le misure dell'angolo di inclinazione dei raggi solari al culmine e quelle analoghe riportate dal quotidiano Repubblica conferma che, entro gli errori di misura, i ragazzi hanno lavorato bene. Inoltre le conclusioni, riportate dai ragazzi, sono espresse in modo chiaro e conciso.

4. SeT

Segue una relazione della Prof.sse Roglia (Martiri) e Colombo (Falcone) sul progetto SeT (Scienza e Tecnologia) all'interno del quale le rispettive scuole sono state selezionate dal Provveditorato di Torino per la prima tranche di finanziamenti.

Le due scuole avevano presentato una proposta di sviluppo di unità di lavoro ispirate principalmente ai temi di ESPA-TO (LUCE e SITO per la Falcone e SITO e TEMPERATURA per la Martiri).

Il finanziamento (di circa 14 milioni per scuola) prevede una parte cospicua da dedicare alla formazione di insegnanti. Si conviene di organizzare un mini-workshop a tempi brevi, coinvolgendo tutti i gruppi di ESPA- TO, per presentare e discutere il modo di lavorare di ESPA-TO: nel workshop dovranno esserci alcuni seminari di inquadramento generale (si pensa di invitare ad esempio la Giordano) e poi discussioni e presentazioni tipo "tavola rotonda", in cui singole insegnanti presentano e mettono in discussione quello che hanno fatto.

Viene concordata la data di sabato 27/5/00 per svolgere il Convegno e la prossima riunione di ESPA-TO per organizzarlo.

PRO-MEMORIA

La prossima riunione, in preparazione del Convegno del 27/5/00, è fissata per il 15/5/00 ore 15 presso l'Istituto di Fisica dell'Università di Torino. Si conviene di portare le fotografie delle classi afferenti a ESPA-TO da mettere sul sito. Saluti a tutti e a presto Sissi Rinaudo, Ciro Marino e Aurelia Trabucco Dipartimento di Fisica Sperimentale dell'Università di Torino

Torino 10/5/2000


WEB A cura di Ciro Marino
Copyright © 1999 [DFS]. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 10-05-2000.