SeCiF

Forum INDIRE 2002

Caduta nel miele

Messaggio: Armanda Ferrarini
Località: Bergamo

Insegno fisica in un Istituto tecnico per Geometri e vorrei raccontare ai colleghi che frequentano questo forum un’esperienza effettuata in laboratorio di fisica con una mia classe e realizzata con materiale "di fortuna" facilmente reperibile. Si tratta dello studio di un moto rettilineo uniforme usando la caduta di alcune sferette di acciaio nel miele. Il materiale che occorre è:

· sferette di acciaio del tipo per cuscinetti di diverso diametro (acquistate da me);

· un barattolo di miele fluido tipo acacia (sempre acquistato da me);

· un cilindro graduato (della scuola);

· cronometri (sempre della scuola).

Ho disegnato sul cilindro riempito di miele fino all’orlo quattro righe equidistanti con il pennarello rosso in modo da creare tre segmenti di uguale lunghezza ben visibili agli studenti seduti nei banchi. Ho consegnato i cronometri agli studenti e li ho divisi in tre gruppi : ogni gruppo doveva cronometrare il tempo impiegato dalla pallina per attraversare lo spazio tra i due traguardi. Io stessa, alla cattedra, lasciavo cadere la pallina nel cilindro graduato e davo il via alla misura. Il risultato è stato soddisfacente. Le sferette raggiungevano in un tempo brevissimo la velocità limite, le misure di velocità sono risultate molto precise e il moto è risultato uniforme entro gli errori sperimentali.

L’obiettivo dell’esperienza, realizzata in una seconda, era soltanto verificare l’uniformità del moto e misurare la velocità, ma basta riprendere in mano i dati al momento opportuno per realizzare uno studio dell’attrito viscoso. A casa, ho provato a cercare la relazione tra raggio della pallina e velocità limite e ho trovato una dipendenza piuttosto complessa ( andava abbastanza bene supporre v direttamente proporzionale a r^3/2 ), cioè un moto viscoso che non è né perfettamente lamellare né perfettamente vorticoso. Potrebbe essere un buono spunto di lavoro per una buona classe di terza liceo scientifico.

__________________
27-05-2002 19:31

 

Risposta: Concetto Gianino
Località: Ragusa

Viscosità dei liquidi e temperatura

Sicuramente avrai letto che la viscosità dei liquidi dipende molto dalla temperatura e che all'aumentare di questa essa decresce, ma sai quale è la relazione funzionale fra coefficiente di viscosità dei liquidi e temperatura ?

Io, non ho trovato molto nei libri di testo e nei manuali universitari, ebbene ho provato a dedurre una relazione costruendo un semplice modello di fluido viscoso.

Il lavoro è interessante, è stato pubblicato sul GIORNALE DI FISICA VOL. XLII, N. 2 Aprile-Giugno 2001 della SIF (vedi http://paperseek.sif.it/?rid=gdf&vo...&nosearchform=1)

__________________
30-05-2002 21:47


Webmaster
Last modified: Thu Sep 12 10:14:03 MET DST